Champagne e Vini
Classificazione in Cru
Area Geografica
Tipologia
Marca
Prezzo
 
Rivenditori
 
 
E
0
 
Il tuo carrello è vuoto

Per tutte le informazione su questo Produttore e sui suoi champagne potete scriverci a mbchampagne01@gmail.com o utilizzare  il format dedicato sul sito alla voce contatti  - https://www.bollicinedifrancia.com/index.php?t=contatti

Per richieste personalizzate potete sempre contattarci al numero 377 0940770  (linea attiva tutti i giorni dalle 09:00 alle 20:00)o scriverci a mbchampagne01@gmail.com o utilizzare  il format dedicato sul sito alla voce contatti  - https://www.bollicinedifrancia.com/index.php?t=contatti 





Piccolissimo Recoltant Manipulant di Avize, villaggio storico in champagne situato nel cuore della Cote des Blancs.

La Maison è oggi guidata da David Lemaire che, assieme al padre, porta avanti una lunga tradizione fatta di passione, sacrifici e duro lavoro.

Si tratta di una produzione attenta e sensibile, che nasce dai vigneti di proprietà della maison che si trovano tutti nel Grand Cru di Avize, nella Cote des Blancs, dove Monsieur David e suo padre continuano un’avventura che li vede in primo piano Piccolissimi R.M. di lusso.

Monsieur David rappresenta perfettamente un nuovo corso, che manifesta come le ultime generazioni di vignerons siano pronte a porre ulteriori sfide, che, per rimanere al passo coi tempi, guardano al futuro cimentandosi con progetti ambiziosi.

Stiamo parlando di Champagne che nascono in vigne di chardonnay di assoluto valore, classificate come  Grand Cru, e che incarnano quindi il meglio che può offrire l’AOC dello Champagne.

L’avventura intrapresa dal padre di M. David Lemaire e da lui stesso poi dà oggi luogo a sole tre diverse etichette, tutte frutto  di un lavoro e di una cura maniacali e di lunghe soste “sur lies”.

Tra le più notevoli ricordiamo lo Champagne Prestige Brut Blanc de Blancs Avize Grand Cru - e il Reserve Grand Cru entrambi si spingono verso vette qualitative davvero importanti, meritevoli di un grande applauso.

_______________________________________________________________________________________________



Il vigneto della famiglia Lemaire sur Avize risale almeno al 1841 quando Il raccolto era totalmente venduto ai negozianti.

Nel 1924, in seguito alla crisi dello Champagne, la famiglia Lemaire decise di produrre le sue bottiglie e di commercializzarle. Tuttavia, continuò a destinare parte del raccolto ai commercianti di vino.

Negli anni '70 il nonno di M Lemaire rilevò la tenuta e diede il suo nome al marchio che fu poi rilevato dai suoi figli costituendo insieme un'azienda su 4,20 ettari di vigneto situati nelle zone Grand Cru di Avize, Oger e Cramant. L'azienda produrrà una media di 10.500 bottiglie all'anno e continuerà a vendere la maggior parte del suo raccolto ai negozianti.

Dopo sette anni di lavoro come ingegnere edile, nel 2013 M David Lemaire prende in gestione il vigneto di 2,85 ettari ed inizia a commercializzare la mia produzione nel 2016, sempre con il marchio Jean Lemaire.

Il vigneto è ancora mono vitigno, lo Chardonnay, negli appezzamenti nei comuni sopra citati con l'aggiunta di un appezzamento a Villeneuve in 1er Cru.

Circa il 50% del raccolto viene venduto ai commercianti di vino, le case Deutz e Lanson con le quali sono in partnership dall'inizio degli anni Settanta.

L'altra metà viene vinificata in azienda e commercializzata, che produce tra le 10.000 e le 11.000 bottiglie all'anno a seconda delle rese autorizzate.

Gli appezzamenti di terreno vinificati nella tenuta provengono esclusivamente dai comuni di Avize e Oger con ceppi di vite che hanno in media 50 anni, le viti producono meno ma meglio, il che mi permette di raggiungere una maturità ottimale.

Il raccolto conservato viene pressato in azienda con una pressa tradizionale da 2000 kg e il mosto viene fermentato dopo 18-24 ore a temperatura ambiente vengono poi aggiunti lieviti per la fermentazione alcolica e malolattica; non viene aggiunto alcun bisolfito (SO2) dopo la fermentazione, anche nelle bottiglie finite.

Il vino viene fatto maturare durante l'inverno in vecchie botti di rovere, tini smaltati e serbatoi in acciaio inox.

La scelta degli assemblaggi è fatta da M David Lemaire  con il padre e l'imbottigliamento viene effettuato in azienda con la famiglia, di solito nel mese di maggio.

Le bottiglie rimangono poi in cantina tra i 15 e i 30 mesi a seconda dell'annata..



Nessun risultato